Quando maturano le fragole

È sempre stato il mio mese preferito, da sempre, per diversi motivi: è il mese in cui finiva la scuola, iniziavano le vacanze e i campi estivi, è il mese del mio compleanno e quello in cui ti rendi conto di avere solo 3 mesi di questa magia che si chiama estate, e metti la quinta per viverla al massimo. Se giugno, quindi, già stava sul mio Olimpo come mese preferito, questa settimana vince su tutte. E il motivo è semplice: è la settimana del solstizio.

Queste giornate col cielo ancora chiaro alle 21 sono le più belle. Tra l’altro qui ha cominciato a fare caldo di giorno, ma le sere sono ancora fresche e con un venticello perfetto per una passeggiata dopo cena. E mi guardo attorno e penso a come sia diversa l’estate attorno a me rispetto a quella che vivevo oltreoceano fino a qualche anno fa.

Noi abbiamo dato il via all’estate qualche settimana fa, ricominciando a proiettare film in giardino; il barbecue, sedie e tavolo sono a disposizione, noi prepariamo qualcosa e riforniamo il frigo di bevande, chi viene può portare da bere, da mangiare e da grigliare, e quando inizia a fare buio parte la proiezione. In onore del 2020 noi abbiamo guardato uno dei remake di Jumanji.

L’estate poi è iniziata con colazioni la domenica mattina nel giardino di amici con latte, uova e yogurt acquistati la mattina stessa presso una fattoria qui vicino. E ancora con una gita di 3 ore di passeggiata a soli dieci minuti di macchina da casa. O con la visita giornaliera di una marmotta americana nel nostro giardino. O ancora con l’intenzione di passare una giornata in spiaggia, facendo solo un’oretta di tragitto.

Il tutto sta avvenendo nel bel mezzo di una situazione sociale, medica e politica decisamente instabile ed anomala. Ogni giorno la notizia di qualche statua distrutta qua o là, il fantasma incombente delle elezioni di novembre, l’ondata di proteste della scorse settimane e la pandemia ancora in corso.

Insomma, un mondo abbastanza diverso da quello a cui ero abituata. Ma al quale ci vuole poco ad abituarsi. specialmente nella stagione più bella. Quella che inizia quando maturano le fragole.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *